Come eliminare alla radice i virus presenti nel PC

Ecco 7 antivirus avviabili da chiavetta USB

Quella di installare un antivirus quando si compra un pc o si reinstalla il sistema operativo  è sicuramente una norma elementare, di base, da osservare per avere una base minima di sicurezza informatica.

Un antivirus (o un antimalware) ha il compito di mantenere il sistema operativo privo di elementi che potrebbero comprometterne le funzionalità. Il più delle volte riesce nel suo intento, ma non sempre: può succedere, anche se raramente, che qualche malware riesca comunque a infiltrarsi. 

E poi c'è un altro elemento, il fattore umano. Dove c'è un uomo, esiste la possibilità che un malware possa insinuarsi  a sistema operativo avviato, quando stiamo lavorando o giocando.

Quando ciò avviene, la soluzione è procurarsi un disco di boot (da CD o, meglio, da chiavetta USB) con un antivirus aggiornato, avviare da lì il pc e analizzare cosa è successo.

Vuoi navigare senza limiti a 1 Gigabit con la fibra ottica? Verifica qui se la tua zona è coperta e scopri l'incredibile tariffa di Tiscali UltraInternet Fibra!

Ecco i 7 più efficaci "dischi" antivirus avviabili che dovreste prendere in considerazione:

1) Kaspersky Rescue Disk    

Kaspersky Rescue Disk è uno dei migliori ambienti avviabili con antivirus che permette di eseguire con facilità la scansione di un pc infetto. Lo scanner incorporato possiede una ragionevole gamma di opzioni come la possibilità di scandire cartelle individuali, oggetti eseguiti all'avvio, drive di sistema e oggetti privi di file.  E' anche possibile controllare i settori di avvio del sistema, cosa molto utile per trovare quel tipo di malware che riesce a nascondersi in modo molto insidioso.

Detto ciò, KRD comprende diversi altri tool come Firefox, un file manager e molto altro ancora.  Un'altra feature molto comoda è l'interfaccia grafica o testuale.  Per  la maggior parte degli utilizzatori l'interfaccia grafica rimane la scelta migliore, ma se si ha una macchina poco potente o con poca energia è preferibile l'interfaccia testuale.

Kaspersky è sempre in cima alle classifiche nei test degli antivirus, e il Kaspersky Rescue Disk è una versione "portatile" del programma completo.

2) Bitdefender Rescue CD     

Bitdefender Rescue CD è molto simile al Rescue Disk di Kaspersky. E' un file piuttosto grosso da scaricare, ha un'interfaccia semplice da utilizzare e viene fornito di svariate opzioni per aiutarvi a capire cosa c'è che non va col vostro sistema.

L'interfaccia di scansione è facile da navigare e permette di escludere certi tipi di file, di controllare i file compressi (come i .zip o i .7z) , di verificare i file al di sotto di una certa dimensione, o semplicemente di trascinare i file sullo scanner. Il più delle volte, comunque, la scansione standard è sufficiente per assicurare che il sistema sia privo di malware.

Anche qui in dotazione troviamo Firefox, un file browser, un tool per il recupero dei dischi e qualche altra utility.

Il peggiore svantaggio è che non è più stato aggiornato, quindi le firme dei virus sono obsolete. Continua, comunque, ad avere un certo valore come rescue disk .

3) Avira Rescue System   

E' un disco di recupero basato su Ubuntu, una distribuzione Linux. Avira Rescue System è uno dei migliori ambienti avviabili per principianti, dato che include una comoda guida per poter effettuare la scansione dei drive secondo una procedura guidata.

Avira offre poco dal punto di vista della personalizzazione della scansione (per un principiante è meglio così perchè non rischia per sbaglio di non intercettare qualche file malevolo).

L'ambiente di Avira Rescue System è facile da navigare, con un'interfaccia ordinata di riquadri ognuno col suo nome. Come le altre opzioni, anche ARS include un browser e un tool per il partizionamento dei dischi, tra le altre cose.

4) Trend Micro Rescue Disk   

Con questo passiamo da tre dei dischi antivirus avviabili al più piccolo. Trend Micro Rescue Disk potrà pure essere il più piccolo della lista, ma non possiede alcuna interfaccia grafica, solo menu testuali molto facili da comprendere e utilizzare.

5) Dr. Web Live Disk   

Il punto di forza di Dr. Web Live Disk è che offre una vasta gamma di opzioni di scansione antivirus nel suo ambiente avviabile, soprattutto se vengono confrontate con ciò che offre la concorrenza.

Per esempio, è possibile configurare i tipi e le dimensioni  di file da includere e da escludere nella scansione. Si possono impostare azioni individuali per tipi specifici di malware, come bootkit, dialer, adware e così via.

Si può anche limitare il tempo trascorso dalla scansione sui singoli file, molto comodo se avete più tipi di file multimediali di grosse dimensioni.

6) AVG Rescue   

AVG è uno dei  nomi più noti nel campo della sicurezza informatica. Il disco offerto da AVG si caratterizza per una interfaccia elementare, basata su testo, che permette comunque di effettuare scansioni personalizzate.

Per esempio, si può montare un volume specifico di Windows e controllare solo quello, oppure eseguire la scansione di file specifici all'interno di quel volume. In alternativa si possono controllare gli oggetti presenti nell'Avvio di Windows o anche solo il Registry di Windows per vedere se sono presenti dei tipi di malware specifici.

Inoltre, AVG Rescue comprende alcuni tool diagnostici e analitici per poter risolvere i problemi specifici del drive, anzichè il puro e semplice malware.

L'interfaccia testuale non è proprio alla portata di tutti: certe volte andare avanti e indietro con i tasti freccia è un po' irritante. Questo piccolo disagio è, però, controbilanciato dalla notevole gamma di opzioni a disposizione dell'utilizzatore.

7) ESET SysRescue Live    

L'ultimo bootdisk che abbiamo preso in considerazione è ESET SysRescue Live, un sistema che offre una ricca gamma di funzionalità.

Il controllo antivirus permette di effettuare la scansione di archivi, cartelle di posta elettronica, link simbolici, settori di avvio e altri ancora. Il Live disk di ESET comprende anche uno strumento di analisi dei dischi per verificare la presenza di difetti, e un test per individuare eventuali problemi  sulla RAM di sistema.

Sono presenti anche il browser Chromium, il partition manager GParted, TeamViewer per l'accesso remoto e diverse altre comode utility.

In conclusione, qual è il miglior disco di boot con antivirus gratuito? La scelta è difficile. Forse potrebbe essere Kaspersky, vista la sua completezza e gli aggiornamenti frequenti. Anche Dr.Web Live Disk può andar bene, grazie soprattutto alla versatilità delle opzioni di scansione.

Per quanto riguarda gli altri tool di cui abbiamo parlato, sono tutti altrettanto validi e fanno ciò per cui sono stati progettati. Più che altro, a seconda della gravità del malware che vi ha colpito, sarebbe buona norma eseguirne almeno due, uno dopo l'altro, per avere una maggior sicurezza nella eradicazione del codice malevolo dal sistema operativo.