#4GirodItalia: Tiscali J ti porta in viaggio a Chioggia, la ‘piccola’ Venezia!

La nostra connessione LTE è arrivata anche sulla laguna veneta

Il nostro viaggio tra le località raggiunte da Tiscali J 4G+, la connessione Ultrabroadband senza fili su tecnologia LTE, continua con una nuova tappa in Veneto: oggi il #4GirodItalia vi porta alla scoperta di Chioggia!

Conosciuta anche come "La Venezia in piccolo" (ma non ditelo ai suoi orgogliosissimi abitanti!), Chioggia condivide con la 'sorella maggiore' lo status di città lagunare e, insieme alla vicina Sottomarina, condivide il tratto di terra che divide la laguna dal mare.

Le origini della città sono legate alla leggenda di Enea, l’eroe troiano in fuga dall’assedio della sua città: suoi compagni di viaggio erano Antenore, Aquilio e Clodio, i quali – sempre secondo la leggenda – si sarebbero diretti verso la laguna veneta fondando rispettivamente Padova, Aquileia e Chioggia (‘Clodia’). In realtà, sembra che a fondare la città siano stati, intorno al 2000 a.C., i Pelasgi, originari della Tessaglia (Grecia). Costoro avrebbero chiamato l’insediamento Cluza, cioè ‘costruita artificialmente’, a indicare la natura artificiale delle fortificazioni che difendevano la città dalle ricorrenti maree.

A differenza di Venezia, Chioggia non è composta da tante isole, ma è semplicemente attraversata da canali, sui quali si affacciano numerosi ponti. Uno di questi è Ponte Vigo, decorato con quattro leoni di pietra. Il ponte conduce alla piazza omonima, dove si trova una colonna con un quinto leone sul capitello: secondo il sito Viaggi verde acido, la leggenda vuole che questo leone, detto il gatto di Chioggia (‘Gato de Ciosa’), fosse un leone scappato da Venezia e inseguito da altri 4 leoni veneziani. Per trovare rifugio, il felino sarebbe salito in cima alla colonna, dalla quale non sarebbe mai sceso: gli altri quattro sarebbero così diventati di pietra a furia di aspettarlo scendere.

A Chioggia si deve anche il nome di una celebre commedia di Carlo Goldoni, Le baruffe chiozzotte, che racconta una serie di schermaglie amorose ambientate proprio nella piccola città lagunare. La scelta di Chioggia non fu casuale per Goldoni, in quanto gli serviva mettere in scena una serie di dialoghi con accento differente dal classico veneziano, quale effettivamente il dialetto chioggiotto è.

Tra i monumenti visitabili a Chioggia, nel centro storico vale la pena ricordare quantomeno la torre di Sant’Andrea, sulla quale si trova l’orologio più antico del mondo, datato 1386.

Foto di Ti racconto un viaggio.

Hai bisogno di navigare veloce, senza fili e senza bisogno di linea telefonica? Scegli Tiscali J 4G+: verifica qui la copertura del tuo comune!