Come scoprire a chi appartiene un numero di cellulare

E se arriva una chiamata anonima? Esiste una soluzione anche per quella

Come scoprire a chi appartiene un numero di cellulare

Rintracciare un numero di telefono cellulare: quante volte ti sei chiesto se e come fosse possibile? In questo articolo cercheremo di fornire qualche risposta.

A chi non è mai capitato di ricevere una telefonata da un numero non presente in rubrica? I più distratti solitamente rispondono senza farsi troppi problemi, per poi scoprire che chi è all’altro capo della linea ha il solo interesse di proporre depuratori d’acqua, favolose offerte per passare ad altri fornitori di servizi etc.etc.

Chi, invece, ha un animo diffidente, comincia subito a scandagliare la rete alla ricerca di risposte. Se il numero di telefono è un fisso ci si può rivolgere al sito delle Pagine Bianche o delle Pagine Gialle.  

Peccato che non esista un elenco telefonico ufficiale dei numeri di cellulare. Le alternative per informarsi, però, ci sono comunque.

La legge italiana prevede che a ogni numero di cellulare corrisponda una persona che è stata identificata da un documento di identità.

Un tempo ci si poteva rivolgere a Facebook, che dispone di un database enorme di numeri di cellulare dei propri iscritti (quelli che hanno accettato di metterlo nel profilo, intendiamoci). Peccato che da ormai due anni, dopo lo scandalo Cambridge Analytica, non sia più possibile farlo.

Quali sono quindi i siti e/o le app che permettono di risalire all’identità collegata a un numero di cellulare?

1) Tellows  

E’ uno dei siti (disponibile anche come app) più usati in assoluto: si basa su di una community di oltre 265.000 utenti registrati e sulle segnalazioni fatte da più di 7 milioni di utenti al mese in 50 paesi, riguardanti sia numeri fissi che cellulari. Attraverso questo servizio si può scoprire se il numero che ci ha chiamato provenisse da un fastidioso call center oppure da qualcuno che conosciamo ma il suo numero non era in rubrica. La segnalazione è completa anche di area geografica.

Tellows

2) Truecaller   

Anche il database di questo sito/app è molto nutrito, continuamente aggiornato e piuttosto completo.

L’azienda finlandese proprietaria di Truecaller è sicura per quanto riguarda la privacy, nel senso che non usa né le informazioni sui contatti presenti nel cellulare degli utenti né i loro numeri di telefono.

L’uso del sito è facilissimo, si deve digitare il numero (mobile o fisso) nel campo di ricerca e premere sulla lente d’ingrandimento. La “seccatura”, se vogliamo, è che ci si deve loggare con un account Google o Microsoft per ottenere le informazioni.

3) Jamino  

E’ un servizio, nato ormai più di 20 anni fa, che si vanta di avere il database più grande di tutti (eccettuate le stesse compagnie telefoniche) e una longevità che non trova uguali nella concorrenza.

E’ disponibile sia nella versione free che nella FULL. Con la prima si ha l’accesso gratuito ai dati del database, in cambio richiedono una registrazione col proprio numero di cellulare e i propri dati (in modo che anche gli altri utenti li possano vedere).

Se uno non volesse fornire i propri dati, ma fosse disponibile a spendere 199€, si può accedere alla versione FULL che permette la consultazione offline, cioè di scaricare addirittura il database completo sul pc o sul cellulare.

Vuoi una sim Tiscali Mobile per soli 4,99€ con tecnologia 4G e fino a 150 Mbit di velocità? Acquistala qui!

4) Dive3000    

Anche qui abbiamo un sito che ci può dire a chi appartiene un dato numero di cellulare, previa iscrizione gratuita o login tramite Facebook.

Diversamente da Tellows, il sito non ha l’obiettivo primario di scoprire le classiche truffe telefoniche o marketing telefonico molesto, ma solo quello di creare un elenco telefonico dei cellulari.

Molto interessante la possibilità di fare ricerche inverse, ovvero di partire non dal numero di cellulare, ma di inserire nome, cognome e provincia e vedere a che numero è associato quel dato nominativo.

5) Sync.me 

E’ un servizio (usufruibile anche come app) che nella versione mobile può bloccare le chiamate indesiderate, mentre sul sito consente di accedere a un database enorme di numerazioni mobili.

La comodità è impareggiabile: niente login, niente collegamenti con altri account (ma c’è un limite giornaliero di interrogazioni, 5). E’ sufficiente selezionare Italia, digitare il numero da cercare e poi mettere un segno di spunta sul captcha che appare (stratagemma usato per evitare consultazioni massive da parte di bot) .

Dalle prove che abbiamo effettuato, i nomi che compaiono sono affidabili; molto meno lo sono i dati sul provider (poiché probabilmente Sync.me non riesce a tener conto dei vari spostamenti che un utente può fare verso altri operatori).

SyncME

E se dovesse arrivare una chiamata anonima e volessimo sapere chi è che ha chiamato? Nessun problema, esiste un servizio anche per questo:

6) Whooming   

Arriva una chiamata e sul display non vedi nessun numero? Installa la app Whooming, registrati gratis, aspetta che qualcuno ti chiami in modalità anonima e rifiuta la chiamata. A questo punto la app farà nuovamente squillare il telefono ma questa volta col numero in chiaro.

Se non si ha fretta, ci si accontenta della versione gratuita del servizio, che prevede la visualizzazione del numero incriminato solo dopo 24 ore dalla chiamata. Per pochi euro al mese di abbonamento, invece, la visualizzazione del numero è istantanea.